Il prezzo del cambiamento climatico lo stanno pagando i paesi poveri

I danni dei cambiamenti climatici pesano maggiormente sui paesi poveri che producono meno emissioni

Il prezzo del cambiamento climatico

Il punto

La ricerca, pubblicata il 28 ottobre su Science Advances, stima che l’economia globale abbia perso tra i 5 e i 29 trilioni di dollari dal 1992 al 2013, a causa del riscaldamento globale causato dall’uomo. Ma l’effetto è stato peggiore nelle nazioni tropicali a basso reddito, portando in media a una riduzione del 6,7% del loro reddito nazionale, mentre i paesi ad alto reddito hanno registrato una diminuzione media solo dell’1,5%.

Lo studio pone le basi alla necessità di introdurre politiche climatiche che affrontino l’ingiustizia ambientale. I suoi risultati fonderanno le discussioni sull’esigenza di compensare le perdite e i danni subiti dai paesi a basso reddito, che saranno un argomento chiave nella COP27.

La disuguaglianza

I modelli utilizzati nella ricerca hanno rilevato che le regioni a basso reddito, che tendono ad avere un clima caldo, soffrono maggiormente dell’aumento delle temperature, nonostante le loro emissioni siano spesso molto inferiori a quelle delle regioni più ricche. Paesi come Brasile, Venezuela e Mali sono stati tra i più colpiti, con il loro prodotto interno lordo (PIL) pro capite ridotto di circa il 5% annuo rispetto a quello che sarebbe stato senza le ondate di calore causate dall’uomo. Al contrario, la riduzione del PIL in paesi come il Canada e la Finlandia è stato solo dell’1% circa.

Ritorno economico

I modelli hanno evidenziato come le ondate di calore siano collegate ai trend economici, sia su scala nazionale che globale.

“Quindi gli investimenti mirati a mitigare gli effetti degli estremi di calore nelle parti più calde dell’anno potrebbero fornire importanti ritorni economici”. – Christopher Callahan

Compensare i danni

Lo studio sottolinea anche la necessità che i paesi ricchi paghino la loro parte, afferma Erich Fischer, scienziato del clima presso l’Istituto federale svizzero di tecnologia di Zurigo.

“Data la disuguaglianza dei danni subiti e la differente quota di emissioni storiche, il Nord globale dovrà sostenere il Sud globale nel far fronte a questi effetti negativi”. – Erich Fischer

Foto di Markus Spiske

Informazioni su TG Team 125 Articoli
We are the TG magazine editorial team, a unique pool of copywriters and engineers to get you through technologies and their impact on your business. Need our expertise for an article or white paper?